Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Genesi.Arte e diritti umani, 4 mostre sulla condizione femminile

Genesi.Arte e diritti umani, 4 mostre sulla condizione femminile

Moratti, 'progetto si evolve, lo scorso anno 43mila visitatori'

MILANO, 27 febbraio 2024, 13:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'arte contemporanea diventa ambasciatrice dei diritti umani e riflette sulla condizione femminile nel mondo grazie alla terza edizione del progetto 'Genesi. Arte e diritti umani', promosso in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore. La terza edizione, ideata e curata da Ilaria Bernardi, sarà caratterizzata da quattro mostre una diversa dall'altra, per opere esposte e tema, unite dal filo rosso della condizione della donna nel mondo. "È un progetto che si è evoluto nel tempo con numeri che sono sempre più soddisfacenti - ha detto la presidente di Genesi Letizia Moratti -. L'anno scorso abbiamo avuto 43mila visitatori e 2mila workshop con le scuole". Secondo Fausto Colombo prorettore della Cattolica, "il progetto Genesi ha il merito di parlare dei diritti umani con il linguaggio dell'arte, in un momento in cui questi sono sfidati come mai lo sono stati da quando li hanno proclamati". Nella prima mostra, alle Logge dei Tiratori della Lana a Gubbio dal 1 marzo al 7 aprile 2024, protagonista sarà Simone Fattal, artista siriana.
    Oltre alle sue opere ci sarà una sezione con le 15 nuove acquisizioni della Collezione Genesi nel corso del 2023.
    Nella seconda mostra agli Horti del Collegio Borromeo di Pavia, dal 4 maggio al 2 giugno 2024, si potranno ammirare le opere di Monica Bonvicini, introdotte da un nucleo di opere della Collezione Genesi legate al tema dell'ambiente. Nella terza mostra, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino dal 20 giugno al 13 ottobre 2024, per la prima volta l'associazione Genesi si fa committente di un'opera: a Binta Diaw, artista di Milano con origini senegalesi, ha commissionato la realizzazione di un video sul tema di donna e migrazione.
    Infine la quarta mostra al Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno dal 27 settembre al 1 dicembre, con l'approfondimento su Shirin Neshat, artista iraniana, che sarà introdotto dall'esposizione dell'intera Collezione Genesi ad oggi costituita da 67 opere.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza