Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale HC GLOBAL S.R.L.

Cura Alopecia, il Protocollo Inclusivo che va oltre il Trapianto.

Cura dell’Alopecia, non può più essere ancora affrontata in maniera semplicistica o con metodiche invariate da 20 anni. Shampoo miracolosi, trattamenti e lozioni rigeneranti ma anche il Trapianto di Capelli, non possono curare l’Alopecia.

HC GLOBAL S.R.L.

Cura Alopecia, la Medicina Rigenerativa Inclusiva rivoluziona la cura contro una delle più “fastidiose” e complesse patologie estetiche, ma non solo. Intervista al Dott. Mauro Conti.

La cura contro l’Alopecia può essere affrontata con Protocollo non chirurgico basato sulla Medicina Rigenerativa Inclusiva, appresenta la strategia terapeutica più completa, innovativa e tecnologicamente avanzata oggi disponibile. Consente di raggiungere obiettivi utopici fino a pochi anni fa.

Il più delle volte la cura dell’Alopecia viene affrontata con terapie basiche e dissociate tra loro, oppure direttamente con il trapianto di capelli. La storia insegna che sono proprio questi gli errori più comuni fatti da chi soffre di perdita di capelli, solitamente dovuti alla mancanza di consapevolezza da parte del paziente.

Data la complessità della patologia è utopico pensare di arginare l’Alopecia con un trattamento tricologico o con un trapianto di capelli fine a se stesso. In nessuno dei due casi si possono ottenere risultati completi e di valore, ma soprattutto nessuna azione isolata consente di mantenere i risultati nel tempo.

Ed è proprio qui che entra in campo il rivoluzionario Protocollo Inclusivo Multidisciplinare, un approccio innovativo e pluripremiato adottato da HairClinic nella cura contro l’Alopecia maschile e femminile. Sfrutta le più le più moderne tecnologie di Medicina Rigenerativa e ha permesso a migliaia di pazienti di curare il proprio problema e di raggiungere i massimi risultati autologhi ma soprattutto di stabilizzarli nel tempo.

Guarda il video e come agisce il Protocollo > 


Ne parliamo con il Dottor. Mauro Conti, Direttore Scientifico di HairClinic Italia, società leader internazionale nella Medicina Rigenerativa applicata alla cura dell’Alopecia.
 

 

Dottor. Conti, quali novità ci sono nella cura dell’Alopecia?

Sia che sia tratti di un problema di diradamento dei capelli, oppure di un evidente una forma di Alopecia Androgenetica Maschile, Alopecia Androgenetica Femminile o Alopecia Areata, il Protocollo Inclusivo bSBS consente, come mai prima d’ora, di “aggredire” l’Alopecia in modo totale.

Il Protocollo di Medicina Rigenerativa Inclusivaè composto da 5 fasi terapeuticheconcentrare in una sola Sessionenon chirurgica ed eseguita ad alta densità e sempre coadiuvata da un follow-up personalizzato all’interno di una fase autologica follicolare.

Ogni fase del Protocollo adotta le più avanzate tecnologie di Medicina Rigenerativa ed è creata proprio per colpire l’Alopecia sui diversi fronti nei quali si genera e alimenta. Rappresenta una delle più grandi rivoluzioni nel metodo terapeutico adottato nella cura dell’Alopecia.

Per la prima volta nella cura dell’Alopecia, la Terapia è completamente impostata sull’unicità del Paziente. Come diciamo sempre, “non esiste una sola Calvizie, esiste la tua Calvizie” ed è da questa consapevolezza che si deve agire in modo moderno e personalizzato.

Scopri l'importanza strategica della Medicina Rigenerativa Inclusiva nella cura dell'Alopecia >

 

Dottor. Conti, per curare l’Alopecia serve sicuramente una diagnosi precisa, cosa propone il Protocollo Inclusivo?

Tutto inizia e si imposta sull’unicità del singolo paziente. Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS contro l’Alopecia basa la propria efficacia sulla più accurata diagnosi disponibile, a seguito della quale viene realizzata una Terapia Inclusiva estremamente personalizzata che punta a promuovere la massima rigenerazione cellulare autologa.

La Fase 1 diAnalisi Avanzata nella quale viene eseguita l’Analisi Genomica, Epigenomica, Morfologica Digitale, il Profilo della Membrana del follicolo e l’URC Analyzer, consente di avere dei dati precisi delle disfunzioni personali legati all’Alopecia e di elaborarli con UniqueStudio, uno speciale software che sfrutta un algoritmo in grado di stilare il correttopercorso terapeutico e di impostare tutte le tecnologie delle successive fasi.

Un’analisi così completa da rendere assurdo il paragone con i classici esami del capello proposti nei molti centri tricologici, l’esame del capello si limita alla punta dell’iceberg ma non scruta in profondità la moltitudine di cause e concause che generano e alimentano l’Alopecia di ogni individuo.

Il livello di personalizzazione del Protocollo è così profondo da rendere impossibile l'esecuzione di due terapie uguali tra Pazienti, nemmeno se fossero gemelli.

Scopri le Fasi del Protocollo di Medicina Rigenerativa Inclusiva >

 


La Fase 1 di Analisi Avanzata consente di impostare tutte le tecnologie delle fasi successive eseguite nello stesso giorno stesso della Sessione bSBS.
 

 

Dottor. Conti, quali sono le peculiarità del Protocollo Inclusivo bSBS e in cosa si differisce rispetto ad altre cure?

Nella cura dell’Alopecia nessuna terapia o tecnologia, anche la più potente, se è fine a se stessa non può essere considerata una cura completa. Motivo per cui il Protocollo bSBS fa uso di più di 16 tecnologie avanzate, tutte impostate sull’Alopecia di ogni Paziente.

L’azione sinergica permette di avvolgere la patologia a 360 gradi e ha un compito essenziale, ripristinare un ambiente follicolare sano e produttivo, liberarlo dell’infiammazione e di favorire la massima rigenerazione per il funzionamento fisiologico e naturale dei follicoli piliferi.


“Le 5 Fasi del Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS sono eseguite in sola Sessione completa di follow-up ad personam.”
 

La Fase 2sfrutta il massimo potenziale rigenerativo autologo e non un prodotto esterno. Grazie alle Cellule Staminali, alle Cellule Riparative del Follicolo e alle URC Unità Rigenerative Cellulari - isolate dal Paziente stesso in modo indolore - è possibile promuovere una vera ricostruzione dellEnvironment Follicolare, favorendo la massima rigenerazione cellulare su tutti i follicoli in fase degenerativa, ricettivi e non atrofici.

La Fase 3 è dedicata alla piùpotente Azione Antinfiammatoria direttamente al cuore dell’infiammazione. E’ una fase essenziale nella cura dell’Alopecia perché l’infiammazione è considerata la madre di tutte le Calvizie. Nel dettaglio la Prostaglandina D2, ritenuta la causa più importante dell’Alopecia in uomini e donne, crea una fortissima infiammazione ai follicoli da portarli ad assottigliamento e caduta, il danno causato è così deleterio da aggredire anche i follicoli trapiantati.


“Pensare di curare l’Alopecia senza spegnere l’infiammazione, è impossibile. La fase Antinfiammatoria ha un ruolo chiave nella riuscita terapeutica del Protocollo, regola in modo determinante l’eccesso di sebo e favorisce il blocco della sintesi della Prostaglandina D2.”
 

La Fase 4, ha l’obiettivo di apportare i nutrimenti essenziali per la vita attuale e futura dei follicoli ricettivi, consentendo di nutrili correttamente si favorisce la produzione di capelli sani e spessi. Parliamo dell’Azione Nutritiva Paracrina che fa uso di tecnologie in grado di apportare il massimo assorbimento dei principi attivi in modo immediato e con “effetto retard” a lenta distribuzione.

La Fase 5fornisce lo “start” alla rigenerazione cellulare grazie alla proliferazione dei fibroblasti della papilla dermica, il cuore del follicolo. L’Azione Tricogenetica è una grande peculiarità del Protocollo sfrutta due tecnologie avanzate di ultimissima generazione. I fibroblasti sono ritenuti scientificamente la “chiave di volta” nella nascita, crescita e rigenerazione del follicolo pilifero.

Il successivo follow-up auxologico follicolare è volto a stabilizzare i risultati, amplificarli e renderli duraturi. Finalmente, l’unicità del Paziente si sposa con una Terapia Inclusiva personalizzata, non miracolosa e dalle più alte possibilità di successo.

Guarda il video su come agisce il Protocollo di Medicina Rigenerativa Inclusiva >

 

Quali sono i risultati del Protocollo Inclusivo nella cura dell’Alopecia? A chi è indicato?

La Terapia Inclusiva bSBS è una fase fondamentale in tutti i casi di Alopecia trattabili, è necessaria nell’Alopecia avanzata dove oltre a promuovere la migliore rigenerazione cellulare crea vere basi di salute in pre-post chirurgia e un risultato clinico stabile.

È imperativa per chi ha già eseguito uno o più Trapianti di Capelli, perchè punta a bloccare l’invecchiamento cellulare e migliorare in modo significativo e la qualità dei risultati finali, favorendo una maggiore densità visiva e stabilizzando i risultati autologhi.

Esprime il massimo potenziale e la massima rigenerazione follicolare nei casi di diradamento localizzato o diffuso e nei casi di assottigliamento dei capelli, come avviene nell’Alopecia Androgenetica (maschile e femminile), dove promuove l’inversione del processo degenerativo, il blocco l’invecchiamento cellulare precoce dei follicoli,  l’aumento della densità visiva e la massima ricrescita autologa dei follicoli ricettivi.

Situazioni che riguardano oltre il 93% di Pazienti trattati in HairClinic >


Per la sua azione antinfiammatoria è indicata anche nei casi di Alopecia Areata, in questi tipo di Alopecia autoimmune è stato creato un Protocollo Inclusivo ad hoc.

Altre peculiarità che rendono la Terapia Inclusiva unica nel suo genere:assenza totale di controindicazioni, assenza di dolore, non lascia segni di alcun tipo, non richiede il taglio dei capelli e consente una ripresa immediata al lavoro, allo sport anche agonistico e alla vita sociale.
 

Guarda il video >
 

Testimonial >
 

Risultati >

 


Dott. Mauro Conti
Direttore Scientifico HairClinic Italia
 
Numero Verde 800168668
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale HC GLOBAL S.R.L.

Modifica consenso Cookie