PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Umbria
  4. Riaperti termini restauro patrimonio architettonico con Pnrr

Riaperti termini restauro patrimonio architettonico con Pnrr

Domande potranno essere presentate fino al 30 settembre

Redazione ANSA PERUGIA

(ANSA) - PERUGIA, 08 LUG - Potranno essere presentate fino al prossimo 30 settembre (entro le ore 16.59) le domande per poter partecipare all'avviso pubblico della Regione Umbria per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale da finanziare nell'ambito del Pnrr, già pubblicato nella sezione "bandi" del portale istituzionale www.regione.umbria.it.
    Il termine è stato, infatti, ulteriormente prorogato, secondo quanto rende noto l'Assessorato regionale alle risorse, programmazione, cultura e turismo.
    La nuova proroga - riferisce la Regione - prevede inoltre che la procedura di accreditamento ed autenticazione all'applicativo di Cassa depositi e prestiti, per il tramite del quale devono obbligatoriamente essere presentate le domande, sia consentita entro le ore 24 del 23 settembre.
    In base alla nuova proroga si precisa altresì - è detto ancora nella nota - che i soggetti proponenti che avevano avviato la procedura di accredito all'applicativo di Cassa depositi e prestiti nelle ore immediatamente a ridosso della precedente scadenza dei termini del 15 giugno e non l'abbiano completata, dovranno ripeterla ex novo; che i soggetti proponenti che abbiano presentato domanda, o comunque completato la procedura di caricamento della documentazione sull'applicativo di Cassa depositi e prestiti, oltre il termine di scadenza delle 11:59 del 15 giugno, dovranno ripresentare la domanda; che per le domande di finanziamento che verranno presentate oltre il secondo giorno antecedente il termine del 30 settembre non è garantita la soluzione di eventuali problematiche tecniche relative alla presentazione della domanda, ritenendosi per l'effetto esclusa qualsiasi responsabilità della Regione Umbria e di Cassa depositi e prestiti; che non è possibile presentare tramite applicativo più di una domanda con la medesima utenza, ancorché per soggetti proponenti diversi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: