Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Boc, innovare tutti, non lasciare indietro nessuno

Boc, innovare tutti, non lasciare indietro nessuno

'Valli dell'innovazione è opportunità, bisogna lavorare insieme'

ANCONA, 24 febbraio 2024, 13:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"L'innovazione è la chiave per avere occupazione di qualità, ben pagata, per migliorare la vita delle nostre città e delle nostre comunità. La transizione verde e digitale stanno già accadendo, quindi dobbiamo prendere tutto ciò che possiamo dall'innovazione per portare le nostre comunità nell'era digitale". Lo ha detto Emil Boc, ex premier della Romania e sindaco di Cluj Napoca, a margine di una riunione del Comitato Europeo delle regioni ad Ancona, dove è stato affrontato il tema dell'innovazione sui territori per spingere la transizione verde e digitale nell'Unione Europea.
    Secondo Boc "dobbiamo trarre il massimo da ogni territorio, da ogni regione europea perché non possiamo permetterci che l'innovazione lasci indietro qualcuno, qualche territorio in Europa". Un'Europa che si sta muovendo - ha aggiunto - alla "giusta velocità. La cosa fonadmentale però - ha ribadito - è riuscire a trarre il massimo da ogni regione europea perché non c'è una situazione comune per tutti i territori della Ue.
    Bisogna capire da dove partono, dove vogliono arrivare e quali sono le loro specificità, solo così si potrà arrivare ad un livello di sviluppo comune". In sostanza "avremo un'Europa forte, quando quando ogni regione dell'Ue riuscirà a esprimere il massimo del proprio potenziale".
    In questo quadro l'idea delle "valli dell'innovazione", di cui si è discusso ad Ancona sulla base di un parere elaborato dal consigliere regionale marchigiano Andrea Putzu e approvato all'unanimità in plenaria dal CdR il 31 gennaio scorso, è "una grande opportunità di creare un ecosistema dell'innovazione territoriale: ecosistema - ha sottolineato - e non 'egosistema', bisogna lavorare tutti insieme. E serve una politica di coesione, cioé fondi strutturali, che sono il collante del progetto europeo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.