Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pd, 'da centrodestra propaganda e zero risposte alle Marche'

Pd, 'da centrodestra propaganda e zero risposte alle Marche'

Gruppo dem-Curti-Bomprezzi, su emergenze marchigiani abbandonati

ANCONA, 05 febbraio 2024, 17:26

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima la "propaganda", le "passerelle", le "promesse", poi "zero risposte alle Marche" e una "filiera di centrodestra che non funziona". Le parole del Gruppo Pd in Consiglio regionale presieduto da Maurizio Mangialardi, affiancato dal deputato dem Augusto Curti e dalla segretaria regionale del partito Chantal Bomprezzi, per denunciare il "fallimento" della Regione in ogni settore e la scarsa attenzione del governo Meloni verso le Marche a partire da quattro emergenze: il sisma del 2016, il terremoto del 2022, le alluvioni del 2022 e 2023: "alla propaganda del centrodestra - ha attaccato Mangialardi - non sono seguite risposte a famiglie e imprese". Presenti alla conferenza stampa anche Andrea Biancani, Manuela Bora, Anna Casini e Antonio Mastrovincenzo. Dal "ritardo di cinque mesi per dichiarare lo stato d'emergenza sisma 2022", ha detto Mangialardi, alla "mancanza di coperture per aiutare i terremotati", dai rimborsi di "5mila euro e 20mila euro a famiglie e imprese, una pacca sulla spalla a fronte di danni ben più ingenti" per l'alluvione 2022 fino "al superbonus 110% tolto al cratere e reintrodotto grazie a un emendamento di Curti".
    I dem hanno ricordato la serie di interrogazioni, emendamenti, ordini del giorno del parlamentare per supportare i marchigiani: iniziative "bocciate" perché "considerate di parte". "La regione - ha tuonato Curti - è inadeguata e sta fallendo in tutti i settori, anche sulle emergenze. Terremotati e alluvionati sono lasciati in balia di loro stessi". A livello nazionale i "governi Conte 2 e Draghi, con Legnini, avevano iniziato a dare risposte alla ricostruzione post sisma, al recupero dell'attività economica. Dall'insediamento del governo Meloni risposte zero". Altro tema è quello del personale per le pratiche per il sisma: "i precedenti governi avevano avviato un percorso di stabilizzazione, nella prima finanziaria di Meloni non c'è alcuna stabilizzazione". "Sembra di stare nel Paese dei balocchi: - ha chiosato Bomprezzi - da un lato annunci su operazioni chiuse da governi precedenti, dall'altro risorse che mancano, promesse cui non si dà seguito e proposte del Pd bocciate anche se vanno nella direzione dei proclami del centrodestra".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza