Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bonino, dopo Giulia riflettori spenti sulla violenza sulle donne

Bonino, dopo Giulia riflettori spenti sulla violenza sulle donne

Al via la campagna 'Ora tocca a noi' con i sindaci

MILANO, 15 dicembre 2023, 14:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Finita la commozione che ha scosso tutto il Paese sul caso di Giulia Cecchettin mi pare che si spengano i riflettori" sul tema della violenza contro le donne "senza nemmeno ricordare che da allora almeno altri cinque sono stati i nuovi femminicidi". Lo ha sottolineato Emma Bonino nel corso della conferenza stampa online per presentare, insieme al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, la campagna 'Ora tocca a noi', per sensibilizzare e responsabilizzare gli uomini sulla loro violenza nei confronti delle donne. Una campagna che parte dal coinvolgimento dei sindaci delle città italiane di colore diverso.
    Emma Bonino ha ricordato i nomi delle ultime donne vittime di femminicidio e in particolare quello di Vincenza Angrisano, uccisa ad Andria dal marito dopo essere stata prima anche al pronto soccorso e essersi rivolta alle forze dell'ordine. "Sono contenta che i sindaci abbiano preso questa responsabilità pubblica - ha concluso Bonino -. Ora tocca a noi, anzi tocca a voi fare la vostra parte".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza