Talent Garden: puntare sulla formazione digitale

Il presidente Dattoli, il rischio è un digital divide maggiore

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 05 GEN - Accelerare sulla formazione digitale per rispondere da un lato all'accelerazione data dalla pandemia alla rivoluzione tecnologica e dall'altro per farsi trovare pronti di fronte ai futuri fallimenti aziendali e alla crescente disoccupazione. A dirlo è Davide Dattoli, fondatore e presidente di Talent Garden, operatore nella Digital Education. Secondo Dattoli sviluppo esponenziale nella digitalizzazione iniziato con l'emergenza sanitaria è solo all'inizio, con novità come il Metaverso, il Web 3.0, e altre tendenze digitali emerse negli ultimi mesi. Una rivoluzione che, però, rischia di creare un divario sempre più profondo tra le persone che possiedono le competenze e il mindset da quelle che non le possiedono. E se una formazione continuativa è necessaria per tutti i lavoratori, questa diventa fondamentale con molte aziende che falliranno e molte persone che perderanno il lavoro. Per riqualificare le persone per il mercato attuale, i governi e le azione dovranno dunque investire sulla formazione digitale per quelle categorie con meno competenze tecnologiche e che non hanno mai lavorato nel campo digitale. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: