Dal PoliMi un sistema monitoraggio per ponti e strade più sicuri

Spin-off GReD capofila progetto europeo

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 26 GEN - Nasce un nuovo sistema di monitoraggio delle infrastrutture, a tecnologie satellitari integrate, mirato a fornire una conoscenza dettagliata e tempestiva dei processi di deformazione del suolo che possono mettere in pericolo la stabilità di ponti, strade e altro. A lanciarlo è GReD, spin off del Politecnico di Milano basato a ComoNExT, capofila di un progetto internazionale, denominato 'Gims' (Geodetic Integrated Monitoring System), che ha ottenuto un finanziamento pari a 2 milioni di euro. Il 70% del finanziamento arriva dall'Ue nell'ambito del programma quadro per la ricerca e l'innovazione Horizon 2020 e per il 30% dai soggetti partner di GReD. "Siamo sicuri che il nuovo sistema di monitoraggio possa giocare un ruolo di primo piano all'interno dell'attività di controllo delle infrastrutture, per garantire livelli di sicurezza adeguati a salvaguardia della popolazione - sostiene il presidente di GReD e professore emerito del Politecnico di Milano, ernando Sansò - D'altra parte Gims si posiziona come sistema innovativo, dal momento che integra tecnologie solitamente concepite a compartimenti stagni. E' stato proprio l'uso combinato di sistemi satellitari diversi la carta vincente del progetto, testato sul territorio sloveno con risultati promettenti". Il sistema funziona anche in chiave predittiva, in quanto è in grado di lanciare warning in vista di possibili movimenti della crosta terrestre. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: