Pmi italiane 21esime in Ue su verde e digitale

Rapporto del Lisbon Council, ultime per livello competenze IT

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Italia è al 21° posto nell'Ue a 27 per i progressi delle piccole e medie imprese sulla transizione verso un'economia digitale e ad emissioni zero. Emerge dal rapporto "Green, Digital and Competitive: An SME Agenda for the 21st Century", pubblicato dal Consiglio di Lisbona e presentato alla Settimana Verde dell'Ue.

Il rapporto rileva che mentre molti Stati membri mostrano progressi cruciali in aree chiave, l'Europa nel suo insieme è in ritardo. Per quanto riguarda la performance delle Pmi italiane sul digitale, pesano soprattutto un basso punteggio sull'e-commerce (che ci colloca al 20esimo posto nell'Ue) e la posizione di fanalino di coda in Europa per il livello di competenze. Va leggermente meglio per la transizione ecologica. La performance delle Pmi italiane è la 17esima nell'Ue, decima nella classifica per la conservazione delle risorse, ventesima per la riduzione delle emissioni e ventunesima per la produzione di beni green.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: