Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Eurostat, in Sicilia le province più colpite da spopolamento

In controtendenza grandi città come Roma e Milano

Redazione ANSA

BRUXELLES - Enna (-9,6%) Caltanissetta (-7,8%) e Isernia (-7,7%) sono le tre province italiane che hanno registrato un calo maggiore della popolazione negli ultimi dieci anni. È quanto emerge dai dati diffusi da Eurostat riferiti al 2021. Complessivamente, Sud Italia, Centro e Isole sono i territori più interessati dallo spopolamento, mentre in Nord Italia l'unica provincia ad aver registrato una forte diminuzione della popolazione è Biella (-6,7%).

In controtendenza, le grandi città come Milano e Roma che hanno segnato un aumento della popolazione rispettivamente del 5,8% e 5,5%. Allargando lo sguardo alle province dell'Ue, si nota come il fenomeno dello spopolamento colpisca soprattutto l'Europa orientale e meridionale, specie in Croazia e Bulgaria dove 18 province hanno registrato una diminuzione della popolazione compresa tra il 17% e il 25%. Al contrario, i maggiori aumenti di popolazione sono stati rilevati nel distretto rumeno di Ilfov (+40%), nel circondario tedesco della Wartburg (+27%) e in Lussemburgo (+26%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie