A Sirmione le installazioni di 'Stravaganze imperiali'

Una reinterpretazione delle Grotte di Catullo

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 31 MAG - Approda sul Lago di Garda e sulle magiche rive di Sirmione la mostra-evento "Stravaganze Imperiali", un progetto artistico multimediale dell'artista e curatrice Vera Uberti proposto da Mai Museum, con la collaborazione della Direzione Regionale Musei della Lombardia e del Comune di Sirmione. Otto maxi-installazioni luminose multimediali, in dialogo con il paesaggio circostante, accenderanno e faranno emergere l''energia monumentale delle Grotte di Catullo, che ospiteranno la mostra dal 2 giugno al 30 luglio. Mai Museum - spiegano i promotori - accompagna anche quest'anno il pubblico alla riscoperta di un luogo emblematico del Lago di Garda, facendone respirare la magia della sua particolare bellezza in una cornice storica unica come le Grotte di Catullo ma da una prospettiva totalmente inedita e fortemente emozionale. Mai Museum infatti è un open-air museum che combina arte contemporanea e tecnologia multimediale, reinterpretando luoghi pieni di significato sul Lago del Garda e in tutto il mondo. L'area archeologica delle Grotte di Catullo è il più importante esempio archeologico di villa romana della prima età imperiale presente nell'Italia settentrionale; conserva infatti al suo interno due ettari dei resti di Villa Catullo, una delle maggiori ville residenziali romane del Nord Italia, circondata da uno storico uliveto che conta più di 1.500 alberi. Per la prima volta, grazie alla mostra "Stravaganze Imperiali" le Grotte di Catullo ospiteranno installazioni multimediali e opere d'arte contemporanea dell'artista Vera Uberti e un trittico digitale dell'artista David LaChapelle e saranno visitabili, durante la sera, dalle 20.45 alla mezzanotte. L'evento è realizzato su concessione di MiC - ministero della Cultura. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie