Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gavi, festa per i 50 anni dal riconoscimento della Doc

Gavi, festa per i 50 anni dal riconoscimento della Doc

Chiuso il 2023 con un vendita di 14 mln di bottiglie di vino

ROMA, 20 gennaio 2024, 15:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Festeggia nel 2024 i 50 anni dal riconoscimento della Doc il Gavi. la denominazione risale al 1974 mentre la Docg è stata ottenuta nel 1998. A renderlo noto è il Consorzio di tutela del prodotto enologico. Il Gavi Docg è prodotto da uve cortese 100%.ed è un vitigno a bacca bianca. La zona di origine del Gavi Docg si trova nel sud est del Piemonte, al confine con il comune di Genova, e dista 90 km da Milano e 130 km da Torino. Il disciplinare limita la zona di produzione a 11 comuni compresi nella provincia di Alessandria: Bosio, Carrosio, Capriata d'Orba, Francavilla Bisio, Gavi, Novi Ligure, Parodi Ligure, Pasturana, San Cristoforo, Serravalle Scrivia, Tassarolo.
    Dalla sua nascita, la denominazione- informa una nota- ha conosciuto una costante crescita: in particolare negli ultimi 20 anni: + 58% di superficie vitata, da 1021 a 1600 ettari; + 75 % di bottiglie prodotte, da 8 a 14 milioni; + del 85 % della produzione destinato all'export; 180 tra produttori, vinificatori e imbottigliatori sono soci del Consorzio; 65 milioni di fatturato delle aziende produttrici e 5000 persone impiegate nella filiera.
    Il 2023 si è chiuso con oltre 14 mln di bottiglie vendute. I principali mercati di riferimento sono Uk, Usa e Germania.
    "E' un anniversario importante, un traguardo storico, premia- commenta Maurizio Montobbio, presidente del Consorzio Tutela del Gavi- il lungo percorso, l'impegno e la dedizione dei produttori che, insieme, hanno costruito la reputazione di un vino oggi presente in oltre 100 Paesi nel mondo. Il mercato sta premiando i vini bianchi e questo ci consente di performare bene nonostante la contrazione dei consumi e l'aumento delle accise nel nostro primo mercato, Uk. In questo anno celebrativo continueremo a realizzare, a livello consortile, attività orientate al consolidamento del valore del Gavi" .
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza