Medaglia Fields all'ucraina Viazovska, è il Nobel della Matematica

Seconda donna di sempre, con lei altri 3 premiati

Redazione ANSA

Assegnata alla matematica ucraina Maryna Viazovska del Politecnico di Losanna una delle 4 Medaglie Fields, il maggiore riconoscimento mondiale per la matematica, analogo al Nobel. Viazovska è la seconda donna a vincere l'ambito premio che viene assegnato ogni 4 anni istituito nel 1936 e assegnato dall'Unione Matematica Internazionale, con lei sono stati premiati anche Hugo Duminil-Copin dell'Università di Ginevra, James Maynard, dell'Università di Oxford e June Huh, di Princeton.  

La 38enne matematica ucraina Viazovska è stata premiata in particolare per i suoi importanti lavori relativi al cosiddetto 'problema dell'impacchettamento di sfere', ossia la dimostrazione matematica di quel che può apparire un banale enigma della vita quotidiana che affrontiamo quando si vuol mettere una serie di oggetti rotondi all'interno di una scatola.

"Un problema però risolto con sfere a 8 dimensioni e che ha importanti ricadute anche in crittografia", ha spiegato Roberto Natalini, Roberto Natalini, direttore dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "M. Picone" del Consiglio nazionale delle Ricerche (Iac Cnr) e coordinatore del sito di divulgazione della matematica 'MaddMaths!'. "Contributi importantissimi - ha proseguito Natalini - che aveva portato Viazovska a vincere già moltissimi altri premi. Sarebbe stato incredibile se non avesse vinto anche la Medaglia Fields".

A differenza degli altri anni le Medaglie Fields2022 non sono state conferite durante il Congresso Internazionale di Matematica che si aprirà domani ma in un evento speciale a Helsinki, in Finlandia. "Il Congresso avrebbe dovuto svolgersi a San Pietroburgo ma si è poi deciso, per la prima volta, di farlo online. Una decisione politica molto grossa dovuta alla guerra", ha commentato Natalini.

Gli altri premiati sono stati il francese Duminil-Copin, per gli studi nel campo delle probabilità e delle proprietà delle reti complesse, il coreano Huh, esperto di calcolo combinatorio e che si appassionò alla matematica solo negli anni del college, e infine Maynard per i suoi importanti lavori nella dimostrazione della congettura dei numeri primi gemelli, le 'coppie' matematiche rese note anche al grande pubblico grazie al fortunato romanzo di Paolo Giordano 'La solitudine dei numeri primi'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA