Mustang 2024, primo ibrido 2.3 e conferma V8 5.0 benzina

Debutto 14 settembre a Salone Detroit, con nuova piattaforma CD6

Redazione ANSA ROMA

Assiema alla prima Ford Mustang completamente elettrica (il crossover Mach-E), è in arrivo la prima Ford Mustang ibrida con l'EcoBoost 4 clindri 2.3, questa volta realizzata sulla iconica serie GT che è una delle sportive più vendute nel mondo fin dal lancio nel lontano 1964.
    Ma la notizia per alcuni versi inaspettata - vista la strategia di elettrificazione spinta della Casa dell'Ovale Blu - è anche quella della conferma della presenza nella settima generazione S650 (completamente nuova) dell'iconico motore a benzina Coyote V8 da 5,0 litri, vero 'must' per questo modello.
    Come ha svelato via Twitter a seguito di una intervista all'autorevole Automotive News lo stesso Ceo di Ford Jim Farley, la Mustang model year 2024 (che verrà dunque lanciata nel 2023) sarà svelata il prossimo 14 settembre al Detroit Auto Show, l'evento clou degli Stati Uniti che torna in presenza spostandosi da gennaio (dove soffriva della concorrenza con il CES di Las Vegas) a settembre.
    Anche se le poche certezze riguardano la gamma motori - ci sarà come detto una versione Phev con l'EcoBoost 2.3 e una termica pura con il poderoso V8 5.0 - ma alcune voci indicano che Ford starebbe anche lavorando ad una versione elettrificata della Mustang V8, per cercare di abbassare i consumi e le emissioni in vista dei prossimi step normativi.
    Certo invece il ritorno del cambio manuale e il debutto della nuova piattaforma RWD CD6, la stessa dei modelli Ford Explorer e Lincoln Aviator, che permetterà nella prossima Mustang alcuni radicali cambiamenti, tra cui la possibile adozione della trazione integrale e - appunto - delle varianti con batterie.
    Di conseguenza, viste anche le diverse proporzioni, l'esterno sarò rivisto i molti punti rispecchiando quelli dell'attuale serie S550 (in particolare intorno all'abitacolo e al tetto) ma 'cambiando faccia' a questo modello sportivo di punta.
    Come evidenzia una ricostruzione fatta da Road&Track, la mascherina appare molto più grande e adotta una forma più esagonale. Il paraurti sembrano aver adottato alcuni elementi della Mach 1, cosa che conferisce all'insieme un aspetto più aggressivo.
  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie