Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Anche 30 telefonate anonime al giorno per minacciare la ex

Anche 30 telefonate anonime al giorno per minacciare la ex

In ultima aggressione le ha frantumato parabrezza dell'auto

NAPOLI, 30 novembre 2023, 10:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Anche trenta telefonate anonime al giorno, che per la vittima non avevano nulla di anonimo, durante le quali non faceva altro che gridarle che l'avrebbe sfigurata con l'acido, scannata e che si sarebbe fatto anche trent'anni di carcere. Ha subìto anche questo la donna del Napoletano vessata per anni dall'ex che nei giorni scorsi è stato arrestato dai carabinieri di Ercolano (Napoli) al termine di indagini coordinate dalla Procura di Napoli (IV sezione, tutela delle fasce deboli, procuratore aggiunto Raffaello Falcone).
    La vittima era riuscita ad allontanarsi dal suo aguzzino ma poi si è fidata delle sue promesse: l'aveva rassicurata dicendole che la loro relazione da quel momento in poi sarebbe stata civile, senza più quei deprecabili atteggiamenti generati di una morbosa e incontrollabile gelosia.
    Una promessa vana però visto che dopo appena un paio di settimane dopo si è presentato a casa della donna, completamente ubriaco, per invitarla a uscire con lui. Al rifiuto della donna si è trasformato in un furia, l'ha colpita ripetutamente impugnando le chiavi dell'auto fino a provocarle enormi lividi di diverse parti del corpo.
    Le ultima aggressione subìta dalla vittima risale ad appena qualche giorno fa, il 19 novembre, quando dopo averla pedinata le ha frantumato il parabrezza della sua vettura che era parcheggiata.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza