/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Decisa l'amministrazione giudiziaria per Eurospin Sicilia

Decisa l'amministrazione giudiziaria per Eurospin Sicilia

La misura decisa per un anno per rapporti con la 'ndrangheta

REGGIO CALABRIA, 16 marzo 2023, 11:59

Redazione ANSA

ANSACheck

La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Dda reggina ha disposto, per un anno, l'amministrazione giudiziaria della Eurospin Sicilia Spa, con sede a Catania, una delle cinque società operative con le quali opera il noto marchio della distribuzione alimentare.
    Secondo quanto emerge dal provvedimento "la 'ndrangheta sarebbe stata agevolata ad infiltrarsi nell'attività di espansione commerciale di Eurospin". Il provvedimento è stato notificato dalla Dia e dalla Guardia di finanza all'amministratore unico e legale rappresentante dell'azienda Matteo Mion.
    Stando a quanto si è appreso, il decreto di amministrazione giudiziaria è collegato alle risultanze dell'inchiesta Planning, coordinata dal procuratore Giovanni Bombardieri e dai sostituti della Dda Stefano Musolino e Walter Ignazitto. Secondo i pm, sono emersi "sufficienti elementi" per il provvedimento emesso poi dal Tribunale in quanto ci sarebbe stato "uno stabile rapporto di oggettiva agevolazione tra l'esercizio delle attività economiche riferibili alla struttura imprenditoriale della 'Eurospin Sicilia Spa' ed esponenti della 'ndrangheta o soggetti collusi con questa".
    Al centro dell'indagine che ha portato all'amministrazione giudiziaria, c'è l'esecuzione di opere edili volte all'apertura di nuovi punti vendita come quello realizzato a Gallico, nella periferia nord di Reggio Calabria, e quello che dovrebbe nascere a Siderno, nella Locride. Lavori che sono stati affidati dall'Eurospin alla società Leg Srl che, nell'ambito dell'inchiesta Planning è emerso essere gestita da Giampiero Gangemi, ritenuto dalla Dda imprenditore di riferimento della 'ndrangheta.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza