Rinnovabili:Anev,alternativa a gas,possibili 70 GW in 4 anni

Togni, basterebbe ridurre a 1 anno tempi autorizzazione impianti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 01 OTT - Le rinnovabili possono essere un'alternativa al gas. "Se i 5-6 anni che servono oggi per approvare un impianto eolico o fotovoltaico in Italia, diventassero un anno, come prevedono le norme europee, in 4 anni potremmo avere i 70 gigawatt di nuove rinnovabili che il governo vuole installare entro il 2030. Cioè quello che serve per raggiungere l'obiettivo del piano Ue per la transizione ecologica, il Fit for 55: tagliare le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030, rispetto al livello del 1990". Lo ha detto all'ANSA Simone Togni, presidente dell'Anev, l'associazione di categoria delle imprese italiane dell'eolico.
    Togni spiega che "dei 280 Gigawatt di nuova potenza proposti a Terna, 80 sono di impianti offshore, che non vedremo prima del 2030. Gli altri 200, in parte sono progetti in concorrenza fra di loro, sugli stessi siti. Alcuni progetti saranno anche bocciati. Ma quelli che restano, si possono fare in tempi brevi, se si accelerano le procedure. Siamo in economia di guerra. A Palazzo Chigi sono fermi per l'approvazione 7 GW di nuova potenza, e altri 10 GW di repowering di impianti esistenti.
    Basterebbe cominciare a sbloccare quelli". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA