Banche:Uilca, utili in calo, ora serve visione lungo periodo

Furlan, per criteri Esg occorre non guardare profitti a breve

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 MAG - Le banche italiane scontano una riduzione complessiva del 43% dell'utile contabile nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, attestandosi a 1,8 miliardi di euro a causa delle svalutazioni delle filiali Intesa e Unicredit in Russia e ora devono avere "una visione di lungo periodo per favorire i criteri Esg". E' quanto afferma la Uilca presentando l'analisi del Centro Studi Orietta Guerra.
    Ad aggravare il quadro "vi è la pandemia da Covid-19 che non è ancora stata debellata" mentre "ni prossimi mesi, imprese e cittadini dovranno affrontare gli ulteriori costi originati dall'inflazione, che impoverisce i salari; una crescita degli Npl (non performig loans) sui mutui e la scarsità di materie prime alimentari". Secondo il segretario generale Fulvio Furlan "non possiamo integrare i criteri di Environmental, Social and Governance (Esg) nella valutazione delle imprese pensando che si possano raggiungere gli obiettivi in un trimestre. Il profitto a breve non deve pregiudicare la sopravvivenza di un settore e questo deve essere ricordato anche ai regolatori. È per questo che, come Uilca, quando parliamo di aggregazioni bancarie sosteniamo quelle coerenti col sistema del credito, in grado di svolgere un ruolo sociale, oltre che economico. Il sistema economico finanziario deve avere una visione di sviluppo sostenibile e fondarsi su un progetto industriale concreto alla base". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA